Blocchi Diesel EURO 4: cosa cambia dal 1 gennaio 2021

Ecco cosa prevedono le ordinanze regionali in merito al blocco alla circolazione delle auto a gasolio più datate.

Dovevano entrare in vigore ad inizio ottobre 2020 ma a causa dell’emergenza sanitaria, le regioni del Bacino Padano, vale a dire Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto hanno concordato di posticipare i divieto di circolazione al 1 gennaio 2021.
Andiamo a scoprire più nel dettaglio cosa accadrà, regione per regione.

Dovevano entrare in vigore ad inizio ottobre 2020 ma per via dell’emergenza sanitaria, le regioni del Bacino Padano, vale a dire Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto hanno concordato di posticipare i divieto di circolazione al 1 gennaio 2021.

Andiamo a scoprire più nel dettaglio cosa cambierà per chi possiede un’auto diesel EURO 4, regione per regione.

LOMBARDIA

I divieti per le auto diesel EURO 4 senza il filtro antiparticolato scatteranno a partire dall’11 gennaio 2021.

Ciò non rende obbligatorio l’acquisto di una nuova auto, potrà ottenere una deroga ai blocchi grazie al progetto sperimentale Move-In (Monitoraggio dei Veicoli Inquinanti), che permette ai veicoli più inquinanti di circolare in virtù dei chilometri percorsi all’anno e dello stile di guida adottato.

Per farne parte bisogna installare una scatola nera (black-box) sul veicolo che consente la rilevazione delle informazioni necessarie attraverso il collegamento satellitare ad un’infrastruttura adibita all’elaborazione di tali dati.

Il costo della scatola nera è di 50 euro per il primo anno (suddivisi in 30 euro per l’installazione e 20 euro per la fornitura del servizio) e 20 euro ad ogni rinnovo.

L’adozione del progetto comporta un tetto massimo di percorrenza chilometrica annuale, che varia in base alla categoria di appartenenza. Maggiori dettagli sono disponibili QUI.

PIEMONTE

In Piemonte lo stop ai veicoli EURO 4 inizierà dal 1 gennaio 2021 e resterà in vigore fino al 31 marzo 2021 con fascia oraria diurna dalle 8:30 alle 18:30.

I veicoli appartenenti a fasce inquinanti superiori, vale a dire EURO 0, EURO 1, EURO 2 ed EURO 0 rimarranno fermi già dal 1 ottobre; unica deroga disponibile per i veicoli utilizzati per il trasporto merci EURO 3.

I comuni che prendono parte al divieto sono i seguenti: Torino, Beinasco, Borgaro Torinese, Cambiano, Carmagnola, Caselle Torinese, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, La Loggia, Leinì, Mappano, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pianezza, Rivalta di Torino, Rivoli, San Mauro Torinese, Santena, Settimo Torinese, Trofarello, Venaria Reale, Vinovo, Volpiano.

EMILIA ROMAGNA

In questa regione i divieti di circolazione partiranno dall’11 gennaio 2021 e resteranno in vigore fino al 31 marzo 2021, coinvolgendo i veicoli diesel fino ad EURO 4 compreso e i benzina fino ad EURO 2 compreso.

Le province interessate sono le seguenti: provincia di Bologna (Bologna, Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Catel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Imola, Ozzano dell’Emilia, San Lazzaro di Savena, Zola Predosa), provincia di Ferrara (Ferrara, Cento), provincia di Modena (Modena, Carpi, Castelfranco Emilia, Fiorano, Formigine, Maranello, Sassuolo), provincia di Piacenza (Piacenza), provincia di Parma (Parma), provincia di Reggio Emilia (Reggio Emilia, Rubiera), provincia di Ravenna (Ravenna, Faenza), provincia di Forlì-Cesena (Cesena, Forlì), provincia di Rimini (Rimini, Riccione).

VENETO

Anche nel Veneto il divieto alla circolazione dei veicoli diesel EURO 4 entra in vigore il 1 gennaio 2021.

Tuttavia, negli ultimi giorni la regione avrebbe ufficialmente chiesto al Ministero dell’Ambiente di sospendere l’applicazione delle limitazioni “cosi da evitare il più possibile i rischi derivanti da forme di assembramento senza limitare l’esigenza di garantire i necessari spostamenti”.

LAZIO

Nella capitale, i divieti per la circolazione dei veicoli diesel Euro 3 sono attivi già dall’autunno del 2019.

Attualmente il blocco è in vigore dal lunedì al venerdì tutto il giorno, con l’unica eccezione fatta per i giorni festivi infrasettimanali solo per la ZTL “Anello ferroviario”.

Oltre ai diesel EURO 3 sono toccati dal divieto i veicoli benzina EURO 2 e i ciclomotori e motoveicoli EURO 1; per quanto riguarda gli EURO 4, sono soggetti solo a blocchi emergenziali.

Postato il 24 dicembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi