News e eventi

Pubblico Registro Automobilistico: verrà abolito nel 2016

PRA: nel 2016 sarà sostituito dal documento unico di circolazione. In un solo documento troveremo libretto e certificato di proprietà

Novità in vista per gli automobilisti italiani. Dal primo gennaio del prossimo anno, i documenti di circolazione saranno inglobati in un unico documento. La nuova riforma della Pubblica Amministrazione, approvata ad agosto porterà con sè ulteriori novità tra cui, forse la più importante, riguarda l’abolizione del Pubblico Registro Automobilistico, PRA, le cui funzioni non verranno più gestite dall’ACI ma saranno date in consegna al Ministero dei Trasporti.

Nel disegno legge è scritto che “dal 1 gennaio 2016 avverrà il trasferimento delle funzioni finora svolte dagli uffici del Pra al Ministero dei Trasporti”.

Il PRA sarà così sostiuito da un unica agenzia e gli automobilisti avranno un solo documento di circolazione al costo 29 Euro.

Milioni di automobilisti, motociclisti, autotrasportatori avranno la possibilità di avere a disposizione un singolo documento comprensivo di carta di cricolazione e proprietà. Per questo documento bisognerà versare una quota di 29 euro, che risulta comunque più bassa rispetto ai costi di iscrizione al Pubblico Registro e alla Motorizzazione Civile.

Le competenze del PRA, riguardanti prima iscrizione e rinnovo veicolo, passaggi di proprietà, esportazione, riscossione IPT, verranno “cedute” ad un nuovo organismo, l’Agenzia per il Trasporto Stradale. La neonata Agenzia avrà anche competenza su omologazioni, idoneità, sicurezza stradale e tutto ciò che riguarda le patenti di guida (rilascio, revisione, aggiornamento, duplicazione).

Back to top