News e eventi

Fumo: via libera del Cdm per il divieto di fumare in auto davanti a minori e donne incinte

Il divieto di fumare sarà esteso anche nei pressi di ospedali, istituti di ricovero e singoli reparti.

Il Consiglio Dei Ministri (Cdm) in questi giorni ha approvato il decreto riguardante la proposta del ministero della sanità, votando per un deciso inasprimento delle normative riguardanti il commercio di prodotti a base di nicotina.

Di conseguenza, sarà proibito la vendita dei pacchetti da dieci di sigarette e le buste di tabacco sfuso non dovranno pesare meno di 30 grammi.

Inoltre, verranno aggiunti messaggi testuali e fotografie con lo scopo di informare il consumatore sui danni e i rischi che può provocare il fumo sulla salute.

La superficie delle immagini e dei messaggi, potrà ora raggiungere una grandezza che equivale al 65% dell’intero pacchetto, contro il 40% delle attuali sigarette.

Tuttavia, il provvedimento di maggior rilevanza riguarda gli automobilisti; infatti sarà vietato fumare in auto quando a bordo della vettura ci sarà la presenza di minori o donne incinte.

Anche se le sanzioni al riguardo non sono ancora note, dovrebbero rivelarsi piuttosto severe. Se fosse accertata la colpevolezza dell’esercente, cioè sorpreso a vendere sigarette o tabacco ad un minore, sarà prevista una multa da 1.000 a 4.000 euro e la sospensione di tre mesi della licenza (in caso di recidiva la sanzione pecuniaria andrebbe a raddoppiare e la conseguente revoca della licenza)

Back to top